Da Pollution a RefleAction: il bosco ideato dai ragazzi di SOS – School of Sustainability

POSATA LA PRIMA PIETRA DEL NUOVO RETTORATO
Posata la Prima Pietra del Nuovo Rettorato dell’università degli Studi Roma Tre
19/09/2018
Contro la povertà educativa al via il progetto OpenSpace
16/10/2018

Da Pollution a RefleAction: il bosco ideato dai ragazzi di SOS – School of Sustainability

Nella suggestiva cornice di Piazza Santo Stefano a Bologna un’installazione temporanea, nata dalla collaborazione tra l’Azienda Iris Ceramica Group, studio MC A e SOS School of Sustainability, si insinua nello spazio urbano auspicando un nuovo e virtuoso equilibrio tra uomo e natura.
Pollution 2018 – RefleAction è la più recente tappa di un percorso aziendale votato all’ecosostenibilità iniziato cinquant’anni fa. Nel 1972 fu la stessa azienda che, in pieno boom economico, si fece portavoce di un messaggio a favore dell’ambiente, dando vita in Piazza Santo Stefano a una manifestazione artistica unica per il tempo: “Pollution: per un’estetica dell’inquinamento”.

Per l’occasione, diecimila piastrelle raffiguranti la riproduzione di una zolla di terra, ciascuna delle quali firmata e numerata dal brand Iris Ceramica, rivestirono l’intera Piazza fungendo da palcoscenico per le installazioni e le performance di 25 artisti impegnati sul tema. Oggi, nella stessa piazza, dopo 46 anni, il messaggio evolve e l’atto di denuncia viene trasformato in pensiero e azione. Dal progetto dei giovani architetti di SOS – School of Sustainability, accademia post-laurea di Mario Cucinella, 40 giovani querce emergono nel cuore del centro storico bolognese da un suolo artificiale realizzato da una grande lama riflettente dalla geometria definita attraverso la quale si vuole capovolgere il consueto rapporto tra urbano e natura. La pionieristica azione provocatoria e di denuncia del 1972, trova così una risposta concreta al miglioramento della qualità della vita dell’uomo e dell’ambiente, offrendo nuove opportunità al mondo dell’architettura e del design.

“Piazza Santo Stefano diventa ancora una volta la scena di Pollution: da Pollution a RefleAction”, racconta l’Arch. Mario Cucinella. “Dopo 46 anni dalle zolle di terra nasce un bosco che spacca in maniera dirompente i confini di una città, rappresentata metaforicamente dalla geometria definita di una lastra che si insinua nel disegno della piazza. Ma la stessa lastra è anche portatrice di una “riflessione” che rende l’uomo consapevole di essere parte di un ecosistema più grande”.

Federica Minozzi, CEO di Iris Ceramica Group, spiega così il percorso aziendale e l’iniziativa, patrocinata dal Comune di Bologna: “Pollution ‘72 fu la prima tappa pubblica di un percorso che Iris Ceramica non ha mai smesso di seguire, sia collaborando con i professionisti della crescita sostenibile, sia investendo nella ricerca sugli effetti produttivi, il cui obiettivo è oggi l’impatto zero. Riproporre, 46 anni dopo, un nuovo Pollution in collaborazione con la SOS significa affidare questo tema sempre più urgente a tecnici in grado di realizzare progetti che stimolino il pensiero e l’investimento in un domani più sostenibile. Nel 1972 l’atto di denuncia fu affidato agli artisti più visionari e provocatori dell’epoca, oggi il testimone passa in mano ai progettisti, agli architetti, in qualità di garanti del paesaggio urbano e messaggeri di valore sociale. Se infatti, come credo, il futuro nasce dal presente, l’impegno di Iris Ceramica Group oggi è agire nel quotidiano per consegnare alle generazioni che verranno un ambiente più sano”.

Dal 23 al 28 settembre 2018, l’installazione esperienziale RefleAction sarà aperta ai cittadini e al grande pubblico presente in città.
 

PROGRAMMA

Domenica 23 settembre, ore 19.30
“Cappuccetto Rosso Post”
Il poeta Davide Rondoni riscrive la fiaba di Cappuccetto Rosso in chiave moderna, affidandola alla voce dell’attrice del cinema e teatro italiano, Iaia Forte.

Lunedì 24 settembre, ore 19.30
Presentazione pubblica. “Pollution 2018, con RefleAction la materia si fa natura”
Il progetto Pollution e la sua evoluzione si declinano nel rapporto tra Ambiente e Materia, Arte e Città. Mario Cucinella, curatore dell’installazione Pollution 2018, conversa con altrettanti esperti delle discipline che esplorano il legame tra uomo e natura.
In caso di maltempo, l’evento si terrà presso la Sala dei Carracci di Palazzo Segni Masetti, sede di Confcommercio Ascom (Str. Maggiore 23 – Bologna)

Martedì 25 Settembre, ore 19.30
“Nature’s Revenge”
Valentino Corvino, compositore e violinista, firma per Pollution un inedito concerto in cui la materia si fa musica

Mercoledì 26 Settembre, ore 19.30
“Corrispondenze”
“La Natura è un tempio dove pilastri viventi / lasciano uscire a volte parole sciamanti” scriveva Charles Baudelaire in I Fiori del Male nel 1857.  Ispirata ai versi del poeta francese, una performance con strumenti dimenticati e danza.

Visite guidate gratuite a cura dei giovani professionisti di SOS – School of Sustainability – Inizio visite ogni 30 minuti
Da lunedì 24 a mercoledì 26 settembre, dalle 17.30 alle 18.30
Giovedì 27 e venerdì 28 settembre, dalle 17.30 alle 20.00

 

Clicca qui per scaricare il Comunicato Stampa integrale Pollution2018_RefleAction

 

 

Condividi