La scatola della sostenibilità vola alla Biennale di Buenos Aires

Campos Venuti «La sua lezione ci dice di ripercorrere ancora la via avanguardista».
Campos Venuti «La sua lezione ci dice di ripercorrere ancora la via avanguardista».
01/10/2019

La scatola della sostenibilità vola alla Biennale di Buenos Aires

La scatola della sostenibilità vola alla Biennale di Buenos Aires

Nello studio MC A – Mario Cucinella Architects è nata una scatola “itinerante” che partirà per la prima volta dall’Italia alla volta di Buenos Aires. L’architetto Mario Cucinella sarà infatti ospite del “La Biennale Internazionale di Architettura” che si svolgerà dal 15 al 26 ottobre 2019 presso l’Usina del Arte.

La scatola “itinerante”, che si trasformerà in una installazione di 10×3 metri, conterrà alcuni progetti dello studio bolognese che hanno come scopo, suscitare un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.

«La scatola è frutto di uno straordinario lavoro di collaborazione tra i designer, i modellisti e gli architetti dello studio. Vuole essere come un “messaggio in bottiglia”, capace di viaggiare attraverso i continenti per avviare un dibattito sull’ “architettura sostenibile”. – racconta l’architetto CucinellaSe usata in modo improprio, la parola sostenibilità perde rapidamente di significato. Immaginare edifici sostenibili significa entrare in un dialogo profondo con il clima e con il luogo, lavorando molto sulla forma e sui materiali che partecipano sempre più attivamente al raggiungimento del risultato, in quanto capaci di fare un lavoro invisibile all’interno di una nuova economia circolare. Buenos Aires sarà la prima tappa di quello che vorrei diventasse un viaggio ricco di confronti e dialoghi».

Building Green Future: la mostra dedicata all’architettura sostenibile
#TheSustainabilityBox

La modalità con la quale verranno esposti i lavori di MC A sarà una trasposizione di quello che è il lavoro e il metodo progettuale dello studio, che è parte stessa della sua filosofia, e che spazia dalla parte più olistica della ricerca, all’artigianalità dei modelli di studio e degli schizzi, fino a quella delle più avanzate tecnologie della modellazione parametrica e BIM (Building Information Modeling) e la stampa 3D e simulazioni ambientali.

Una volta aperta, la scatola si trasformerà in una “scultura di carte”, un vero oggetto espositivo a 360°. lo spettatore andrà alla scoperta di una filosofia progettuale che a partire dai luoghi, dalla complicità con l’ambiente il clima e la natura, cerca di rispondere alle sfide ambientali del presente e alle necessità delle future generazioni, attraverso delle architetture empatiche, che fanno dell’innovazione l’esito di una commistione creativa tra passato presente e un futuro verde ispirato alle piante.

80 carte in legno stampato riciclato costruiranno un installazione modulare intergrata con modelli stampati 3d e proiezioni olografiche. Un video tour digitale immersivo dello studio bolognese permetterà ai visitatori di esplorare lo spazio ascoltando i processi di progettazione di MC A attraverso i racconti di architetti, ingegneri, designer e professionisti dello Studio.

In uno spazio immersivo e connettivo con l’obiettivo di mettere in contatto il pubblico con l’architettura, la Biennale propone esposizioni (gratuite), conferenze e mostre di professionisti provenienti da tutto il mondo, che propongono opere internazionali, nuovi approcci e rinnovati contributi ideologici

#TheSustainabilityBox

Condividi