Mario Cucinella



Mario Cucinella, Hon FAIA, Int. Fellow RIBA

L’architetto italiano Mario Cucinella è considerato oggi tra i più importanti architetti a praticare la professione in Europa, con diversi progetti premiati a livello internazionale.

Non è solo il lavoro di Cucinella ad essere acclamato, ma anche il suo indubbio ruolo di leader nel campo della sostenibilità, con progetti che vanno dalle residenze a masterplan su larga scala.

L’impatto e l’importanza del suo lavoro, sia dal punto di vista ambientale che sociale, di architetto ed aducatore è stata internazionalmente riconosciuta: tra i riconoscimenti più recenti la Honorary Fellowship dell’American Institute of Architects (2017) e la presigiosa International Fellowship del Royal Institute of British Architects (2016).

Nel 2018 Mario Cucinella sarà anche curatore del Padiglione Italia alla 16. Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia.


Vincitore di numerose competizioni, ha condotto un lavoro trasformazionale nell’architettura civile, commerciale, dell’educazione e sanitaria e nell’urban design in Italia ma anche in Algeria, Cina, Ghana, Palestina e molti altri posti.

Al centro del lavoro e della ricerca di Cucinella spiccano l’eccellenza nella progettazione olistica, la sostenibilità applicata all’edificio e l’uso razionale delle risorse. Tutto il suo lavoro punta all’impatto positivo a lungo termine che ogni edificio dovrebbe avere sull’ambiente circostante e sulla sua rigenerazione naturale, sociale, economica ed urbana. Lavorando fianco a fianco con clienti e comunità, Cucinella ha da sempre incoraggiato l’adozione di un linguaggio architettonico capace di esprimere la bellezza, la ricchezza e le risorse delle culture locali.

Con una durata trentennale, lo straordinario lavoro di Cucinella è il frutto di un percorso educativo e professionale molto ricco. Laureatosi in architettura all’Università di Genova nel 1986 come allievo del professor Giancarlo De Carlo (RIBA Royal Gold Medal 1993), ha lavorato dal 1987 al 1992 con Renzo Piano (Pritzker Prize 1998) nel suo Renzo Piano Building Workshop, prima a Genova e poi a Parigi. Sempre a Parigi, ha poi fondato Mario Cucinella Architects (MCA) nel 1999 dove continua a operare ancora oggi con uno staff di 50 persone tra architetti, ingegneri ed esperti di sostenibilità.

Anche l’assistenza è parte integrante della vita e del lavoro di Cucinella. Nel 2012 ha fondato Building Green Futures (BGF), un’organizzazione no-profit che promuove lo sviluppo sostenibile attraverso l’architettura e la rigenerazione urbana. La missione di BGF è creare un ambiente costruito che sia in grado di incorporare tecnologie pulite e conoscenze locali per migliorare le condizioni di vita e l’accesso alle risorse disponibili nei paesi in via di sviluppo. Il progetto più rappresentativo di BGF è la Kuwait School a Gaza, sviluppata in collaborazione con United Nations Relief e Works Agancy.

Oltre a questo, dal 2014, Cucinella ha lavorato con l’Architetto e Senatore a vita Renzo Piano al progetto G124 per il recupero delle periferie italiane. Nel 2015, come direttore del Comitato Scientifico del PLEA (Passove and Low Energy Architecture), ha organizzato la Conferenza Internazionale PLEA 2015 a Bologna.

E’ anche attualmente in prima linea in diversi programmi per la ricostruzione: WSR - Workshop Ricostruzione Emilia (nato in risposta al terremoto che ha colpito l’area nel 2012, e che vede ora 5 progetti quasi completati) e WSR – Workshop Ricostruzione Camerino (un processo di progettazione partecipata per lo sviluppo del Piano di Ricostruzione della città di Camerino e dei suoi dintorni).

La conoscenza e l’esperienza di Cucinella sono riconosciute internazionalmente. Ha infatti rapprti con diverse Università come la Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara, l’Università di Nottingham nel Regno Unito, come “Guest Professor in Emerging technologies” all’Univesità di Monaco in Germania e ancora come “Guest Professor of Architecture” alla facoltà Federico II di Napoli e molte altre. Cucinella tiene anche regolarmente lezioni di altissimo profilo in tutto il mondo.

Con l’intenzione di avere un forte impatto e fornire la necessaria guida ai “leader di domani”, nel 2015, Cucinella ha anche fondato SOS School of Sustainability, un programma post-laurea multidisciplinare con sede a Bologna. SOS è pensato come un’esperienza integrata di insegnamento, pratica e ricerca che mira alla costruzione di una vera e propria cultura sui metodi della sostenibilità, da raggiungersi attraverso il dialogo e la condivisione di una comune visione per il futuro. SOS è concepita quindi come un vero e proprio nodo per lo scambio di conoscenza con l’industria delle costruzioni, la comunità e la professione.