Building Objects per Danese

Pubblicato
04 Sept 2021

Lettura
3 min


Tre pezzi della collezione disegnata da Mario Cucinella entrano a far parte del catalogo Danese Milano

Arte significa aprirsi a mondi possibili, riferimento insostituibile per qualsiasi percorso di apprendimento e progettazione”.

Nel 2019 Mario Cucinella, designer, fondatore e direttore creativo di MC A – Mario Cucinella Architects, ha presentato la sua collezione di oggetti di design “Building Objects”, realizzata insieme ai maestri del vetro, del marmo, del legno massiccio, della ceramica, della terracotta, dell’ottone e dei tessuti.

Ogni oggetto prende ispirazione da un elemento formale o strutturale di una specifica architettura progettata nel corso della sua carriera. Raccontano una storia e allo stesso tempo offrono nuovi punti di vista e “combinazioni” inaspettate, lasciando a ciascuno di noi il dialogo con ogni singolo disegno.

Oggi 3 pezzi della collezione entrano a far parte del catalogo Danese Milano. Dalla sua fondazione Danese è stata un luogo di sperimentazione metodologica e materica che ha unito arte, artigianato e industria accogliendo nella sua collezione prodotti industriali ad alta tiratura numerica così come serie limitate o pezzi unici realizzati a mano e con tecniche artigianali.

Il suo catalogo unisce oggetti del quotidiano frutto della convergenza tra progetto, ricerca espressiva e produzione, prodotti semplici di grande qualità, oggetti-archetipi, di cui è arduo definire età e stile.

In questo percorso si inseriscono perfettamente gli oggetti progettati da Mario Cucinella in cui tradizione ed innovazione materica si combinano in una interpretazione che rilegge in chiave contemporanea forme, materiali e tecniche produttive.

Lo spirito del tempo e la centralità dell’essere umano si riflettono nell’importanza che Danese assegna alla scelta degli autori che coinvolge e il nome di Mario Cucinella si unisce a quelli di Matali Crasset, Elliot Erwitt, Marco Ferreri, Giulio Iacchetti, James Irvine, Naoto Fukasawa, Ron Gilad, Martì Guixè, Jonathan Olivares, Paolo Rizzatto, Francisco Gomez Paz, Jean Nouvel e BIG.

«Mi piaceva l’idea di trasformare il nostro lavoro creativo sugli edifici. Macro-oggetti che sono luoghi di vita e relazione, in micro-oggetti che stabiliscono altri tipi di rapporti quotidiani con i fruitori, altri punti di vista, riconoscibili come parti di un tutto» Mario Cucinella

Saranno inseriti nel catalogo Danese:

Apax, centrotavola in ottone lucido e satinato, ispirato all’Abitazione per la Pace di Scanzano Jonico, Matera, progetto donato alla Fondazione Città della Pace per i bambini, istituita dal premio Nobel per la pace Betty Williams in Basilicata. Il centrotavola Apax nasce da un unico foglio piegato con la tecnica dell’origami per creare la forma di una farfalla. L’interno è realizzato in ottone lucido e l’esterno in ottone satinato, facendolo sembrare un materiale bifacciale.

Guastalla, vaso realizzato in stampa 3D in argilla, ispirato alla scuola materna “La Balena” di Guastalla, Reggio Emilia. Il corpo del vaso richiama le forme sinuose della scuola ed è creato ruotando e traslando verticalmente la sezione trasversale dell’edificio.

MCV, centrotavola realizzato in stampa 3D in argilla, ispirato alle forme del piano ipogeo del Museo Etrusco Fondazione Luigi Rovati di Corso Venezia a Milano. La circolarità e la sovrapposizione dei tratti caratterizzanti il piano interrato del museo sono riproposte nei tratti sinuosi che caratterizzando MCV.

La stampa 3D di argilla è una tecnologia assolutamente innovativa e sperimentale per le difficoltà che comporta la creazione di volumi con materiali fluido densi: le forme nascono infatti strato su strato attraverso il processo LDM (Liquid Deposition Modeling). Una volta solidificato e cotta l’argilla viene poi sottoposta a finitura con un cristallino opaco nero che le conferisce il colore finale e protegge il materiale rendendolo adatto anche al contatto con i cibi.

«Modellare un materiale che la terra ci ha dato milioni di anni fa con una tecnologia all’avanguardia come la stampa 3D, crea un legame speciale tra il passato e il presente»

Mario Cucinella

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.