Caveri, nel 2023 studenti Univda in ex Testafochi

Pubblicato
10 Nov 2022

Lettura
2 min


"Per il prossimo anno accademico gli studenti potranno andare per le lezioni nel nuovo edificio nell'area Testafochi".

Lo ha detto l’assessore regionale all’istruzione, Luciano Caveri, al termine di un sopralluogo al cantiere del primo lotto del nuovo Polo universitario della Valle d’Aosta, svolto assieme all’architetto Mario Cucinella, che ha curato il recupero e la trasformazione dell’area nella nuova sede dell’Università della Valle d’Aosta.
“Il progetto esecutivo del primo lotto – si legge in una nota – relativo all’della didattica, è prossimo all’ultimazione: i locali interni, le aule didattiche, l’aula magna, la caffetteria, gli uffici e gli spazi comuni sono pronti e in fase di arredamento. A breve, sarà terminata la sistemazione delle zone esterne destinate all’uso pubblico circostante, in armonia con il tessuto urbano, oltre al completamento delle autorimesse interrate, sottostanti il ​​nuovo edificio. Le demolizioni dei muri perimetrali e le realizzazione delle aree a verde dell’ex Piazza d’armi ei percorsi pedonali illuminati saranno a breve terminati: è in corso la piantumazione di 40 esemplari di diversa specie arborea per completare l’intera area e renderla fruibile.Sono destinati a collegamenti verdi e pedonali illuminati sono previsti anche per le aree di raccordo con Piazza della Repubblica.
“La visita è stata estremamente utile per prendere direttamente la coscienza dell’effettiva dirittura di arrivo dei lavori del primo lotto – ha aggiunto l’assessore regionale alle opere pubbliche, Carlo Marzi – e per percepire il carattere innovativo e la particolarità dell’opera. L ‘abbattimento delle recinzioni delle caserme e la recente apertura dei due parcheggi pubblici donano la percezione di un’area integrata nella città, volta in futuro a partire a rivitalizzare il centro cittadino dal punto di vista urbanistico, sociale ed economico”.

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.