È stata posta la prima pietra dell’Abitazione della Pace

Pubblicato
25 Mar 2018

Lettura
1 min


«Forse voi non vi  rendete  conto,  ma  siete  i  leader  nel mondo della realizzazione della Città della pace per i bambini vittima dei conflitti. Il modello che costruiremo  qui sarà replicato in altre nazioni dove realizzeremo altre strutture simili come in Ghana ed in Cile. Ma dobbiamo fare presto. Prima faremo prima scongiureremo che in questo sito possano essere ubicate scorie radioattive».

Lo ha detto Betty Williams,  premio Nobel per la pace nel 1976, che più più volte è stata a Scanzano Jonico dopo la battaglia contro il Deposito nazionale unico dei rifiuti radioattivi a Terzo Cavane del novembre 2003, dopo aver posto la prima pietra di quella che sarà l’Abitazione per la pace annessa alla Città della pace in costruzione a pochi metri di distanza.

È stata una cerimonia sobria a cui ha preso parte anche l’architetto Mario Cuccinella che ha redatto, gratuitamente,  il progetto. […]

Il progetto Cucinella è incentrato sulla realizzazione di un prototipo di tre case ecosostenibili a basso costo e ad alta qualità abitativa. Il prototipo potrà divenire un esempio da replicare nelle aree dove l’accoglienza dei rifugiati è ormai un fenomeno strutturale del nostro tempo. L’edificio, che assume la sua forma dalle ali di una farfalla e che prevede l’utilizzo di tecnologie innovative per il risparmio energetico, si articola in tre moduli abitativi indipendenti da realizzare su suolo pubblico. Una volta rifinito sarà donato al Comune per l’accoglienza di tre famiglie costrette a fuggire dalle proprie case a causa di persecuzioni e guerre. “Orgoglioso” della realizzazione della struttura sul suo territorio si è detto il sindaco Ripoli che ha annunciato l’imminente avvio dei lavori per il completamente del primo stralcio funzionale della vicina Città.

[…]

Clicca qui per leggere l’articolo completo

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.