Festa dell’Architettura 2018

Pubblicato
17 Sept 2018

Lettura
2 min


L’architetto Irene Giglio, coordinatrice di Arcipelago Italia, parteciperà il 21 settembre 2018 alla conferenza “La città del futuro è la città esistente” in occasione delLa Festa dell’Architettura di Forlì e Cesena.

La Festa dell’Architettura di Forlì e Cesena è un contenitore di eventi, mostre ed incontri con Autori, che ha come obiettivo attirare l’attenzione del territorio, sulle tematiche legate all’Architettura ed alla Città, attraverso il coinvolgimento attivo delle Amministrazioni, dell’Università, delle Associazioni di categoria, delle Fondazioni, delle eccellenze imprenditoriali e soprattutto, dei cittadini. L’edizione 2018 affronta il tema: Il ruolo del Centro Storico nella Città contemporanea.

La conferenza, che si terrà presso la Biblioteca Malatestiana, Sala conferenze Ex Palestra p.zza Bufalini 1 di Cesena, e verterà sulla centralità del progetto, ponendo l’accento sull’importanza della qualità architettonica nella società attuale e su come essa possa creare opportunità per rigenerare edifici esistenti o creare nuove dinamiche spaziali che possano vedere l’opera di architettura contemporanea come una opportunità di evoluzione e sviluppo.

Programma:

  • ore 17.30 Saluti e presentazione,
  • ore 18.00  Mario Cuccinella Architects, Irene Giglio
  • ore 19.00 OBR Open Building Reserch, Paolo Brecia e Tommaso Principi,
  • ore 20.00 Interventi e dibattito,
  • ore 20.30 Chiusura conferenza.

L’obbiettivo della conferenza sarà quello di stimolare il dibattito e la ricerca oltreché l’innovazione nel territorio attraverso architetti di riconosciuta fama nazionale ed internazionale che nel corso del loro operato si sono confrontati con i temi trattati dalla Festa dell’Architettura in particolare con Il ruolo del Centro Storico nella Citta contemporanea.
Le tematica farà sempre riferimento all’argomento generale della rigenerazione urbana, ma avrà lo scopo di analizzare le problematiche relative al Centro Citta. Questi per definizione, sono i territori che più dovrebbero raccontare l’identità di un luogo. Invece alcuni centri storici sono, oggi, nuove periferie: porzioni di territorio che perdono progressivamente abitanti, negozi, imprese e persino la sede delle principali istituzioni. I centri si spopolano e questo vuole essere tema di studio degli architetti cercando di comprenderne le criticità e far emergere le potenzialità inespresse attraverso buone pratiche di architettura.

Per informazioni La città del futuro è la città esistente

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.