Incontro in Dicastero con l’Arch. Mario Cucinella

Pubblicato
09 Jul 2020

Lettura
2 min


“La progettazione e il design possono aiutare a ricostruire una relazione positiva tra l’uomo e l’ambiente”, ha detto Cucinella dialogando con il Card. Turkson e P. Zampini

Il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale ha incontrato oggi Mario Cucinella, architetto di fama mondiale esperto di “green Architecture”, fondatore dello Studio Mario Cucinella Architects, oggi attivo nella realizzazione di progetti che tendono “a un ideale di qualità architettonica che integra la sostenibilità ambientale, l’etica nei comportamenti e l’impatto sociale positivo”. Cucinella collabora inoltre con la Taskforce Ecologia della Commissione Vaticana per il COVID-19, voluta dal Santo Padre e istituita presso il Dicastero.

Insieme abbiamo parlato di come l’architettura possa aiutare l’ecologia, recuperando l’intelligenza che l’uomo e la natura, nella loro inscindibile relazione, hanno sviluppato nel corso del tempo, adattandosi l’uno all’altra. E quanto ciò possa aiutare, soprattutto nei Paesi dove le persone soffrono a causa del cambiamento climatico e dei disagi economici, sociali e sanitari, dovuti anche a una “povertà architettonica ed edilizia” richiamata da Papa Francesco nella Laudato si’ e nel Messaggio per la Giornata Mondiale dei Poveri 2019.

Infatti “oggi paradossalmente, nonostante le tecnologie che fortunatamente possediamo, gli edifici sono spesso contro l’ambiente e contro l’uomo”, ha detto Cucinella dialogando con il Card. Peter K.A. Turkson, Prefetto del Dicastero e con P. Augusto Zampini, Segretario aggiunto del Dicastero, perché non tengono conto del contesto in cui vanno a essere inseriti. “Per questo – ha detto ancora – noi dovremmo puntare a utilizzare meglio queste tecnologie, recuperando l’intelligenza del passato per progettare in maniera più sostenibile il futuro: perchè il futuro si nasconde spesso nelle pieghe del passato, ovvero in quell’eredità che abbiamo ricevuto da chi ci ha preceduto”. Ciò significa comprendere che, se la natura e l’uomo nel corso dei millenni hanno sviluppato una relazione positiva in grado di contribuire a soluzioni sostenibili per l’abitare degli individui e delle famiglie e per la convivenza sociale, oggi più che mai occorre andare a (ri)stabilire questa relazione, portandola possibilmente a una evoluzione.

“Dai nostri studi – ha concluso Cucinella – stiamo capendo che la tecnologia più efficace e sostenibile risiede spesso nel disegno e nel progetto, non tanto nella ‘macchina’ che fa funzionare un edificio, facendo quindi un lavoro a monte di un’idea”.

Mario Cucinella Architects, oltre che in Italia ed Europa, ha recentemente realizzato progetti, tra gli altri, in Marocco, Ghana, Albania, Gaza. Ha dato avvio inoltre al programma per neo-laureati “SOS-School of Sustainability”.

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.