Metamorfosi: dalle radici all’albero. Il mestiere dell’architetto

Pubblicato
11 Jun 2018

Lettura
2 min


“Metamorfosi: dalle radici all’albero. Il mestiere dell’architetto“ è il titolo della lectio magistralis che l’Arch. Mario Cucinella terrà venerdì 15 giugno alla Sala dei Gigli di Palazzo Vecchio a Firenze.

Curatore del Padiglione Italia alla 16. Biennale di Architettura di Venezia e fondatore dello studio MCA, Mario Cucinella Architects, da oltre venti anni, l’architetto porta avanti una ricerca sulla progettazione architettonica e urbana in continuità con soluzioni bioclimatiche e uso razionale di risorse, integrandovi estetica e qualità strutturale.

La natura, il luogo e le rispettive implicazioni sociali e culturali sono le fonti primarie di ispirazione: elementi necessari per progettare un’architettura “a misura d’uomo“, capace di soddisfare i bisogni e le esigenze della società di oggi, offrendo spazi confortevoli e stimolanti.

I temi che interessano maggiormente sono la sostenibilità, l’identità del luogo e l’impatto sociale, argomenti che nel progetto di “Arcipelago Italia“ egli va a sviscerare e a sistematizzare creando un itinerario che ripercorre le regioni d’Italia, proponendo una selezione di progetti che operano in relazione al paesaggio, valorizzandolo, e tramutandolo al servizio dell’Uomo. Concentrandosi sullo spazio urbano che corre lungo la dorsale italiana, dall’Arco Alpino, lungo l’Appennino, sino al Mediterraneo, Mario Cucinella illustra alcune proposte concrete di architettura contemporanea virtuosa che hanno saputo dialogare con il luogo, come piace a lui, in maniera “empatica“, instaurando un dialogo con l’esistente ma offrendo spunti per una riflessione di respiro internazionale.

Il Tavolo dell'Architetto in Mostra al Museo Novecento di Firenze

Durante la lecture del prossimo 15 giugno, l’architetto stesso offrirà spunti al pubblico per una progettazione sostenibile, empatica e creativa, dando la propria 

interpretazione su ciò che significa “fare il mestiere dell’architetto“ oggi.

L’iniziativa si ricollega a “Paradigma. Il tavolo dell’architetto, l’esposizione ideata da Sergio Risaliti e curata da Laura Andreini in cui l’architettura entra da protagonista al Museo Novecento con l’allestimento di un’ala del loggiato dedicata allo stesso Mario Cucinella.

In questo angolo, si è cercato infatti di riproporre lo studio dell’architetto, con piante di banano e plastici di studio, mostrando il grado zero della creazione, il tavolo dell’architetto, ciò che per il pittore è il cavalletto e per il musicista lo spartito. Il “tavolo“ di Cucinella vuole essere un banco di prova per architetti e giovani studiosi che sono invitati a partecipare alla discussione di venerdì 15 giugno.

 

Il Tavolo dell’Architetto in mostra al Museo Novecento di Firenze fino al 21 giugno
Per informazioni:
http://www.museonovecento.it/

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.