Ospedale Sud Salento: una struttura a misura di paziente

Pubblicato
11 Nov 2019

Lettura
2 min


Venerdì 8 novembre lo studio Mario Cucinella Architetcs ha presentato il progetto del nuovo nosocomio che sorgerà a Maglie (Le), alla presenza del presidente della Regione Michele Emiliano, del direttore della Asl Lecce Rodolfo Rollo, dell’eurodeputato Andrea Caroppo, dei consiglieri regionali Cristian Casili e Tony Trevisi (M5s), Sergio Blasi (Pd) e del presidente della Provincia, Stefano Minerva.

«Un ospedale che non sembrerà un luogo di cura, ma una struttura viva, accogliente, con isole verdi e stanze a misura di paziente in cui la luce sarà un aspetto fondamentale». Lo ha promesso l’architetto Giulio Desiderio, descrivendo la prima elaborazione progettuale prodotta dallo Studio MC A. La filosofia di fondo della nuova struttura sarà l’offrire un “ambiente positivo” a chi la frequenterà qualunque sia la ragione della sua presenza. Perciò le ampie finestrature disposte su linee curve che raccoglieranno la luce dall’esterno e permetteranno la visione degli spazi verdi da cui sarà circondato l’ospedale, anche questo elemento di cura della persona.

Arch. Giulio Desiderio

Per l’architetto Desiderio la posizione del nuovo ospedale è vincente pure per la presenza ai suoi margini della ferrovia e di grandi vie di comunicazione che lo metteranno in relazione con il territorio. Il piano interrato sarà destinato alla logistica, il primo alla terapia intensiva, il secondo al blocco operatorio. Disporrà di circa 380 posti letto in stanze che saranno, singole, doppie ad uso singolo o doppie a seconda delle esigenze di cura e di assistenza dei ricoverati. Il tutto in un’architettura dalle affascinati linee curve tracciate per raccogliere la luce del sole e per abbracciare un panorama fatto di prati e di piante ad alto fusto: «Non elementi di decoro, ma presenze capaci di migliorare la qualità della vita degli ospiti e dell’aria che li circonda». Il quadro economico del nuovo ospedale del Sud Salento autorizzato dal Ministero è di 142 milioni di euro di cui quasi 135 milioni a carico dello Stato e oltre 7 milioni a carico della Regione.

Servirà un territorio con un bacino d’utenza di 209mila abitanti, che comprende i quattro distretti sociosanitari di Poggiardo, Maglie, Martano e Galatina. In coerenza con il Piano di riordino della rete ospedaliera, l’ ospedale del Sud Salento disporrà di tutti i reparti previsti per un nosocomio di primo livello. Saranno presenti e disponibili in rete h. 24 i servizi di Radiologia almeno con Tomografia assiale computerizzata (Tac) ed Ecografia, Laboratorio, Servizio Immunotrasfusionale. La struttura sarà anche dotata di letti di “Osservazione breve intensiva” e di letti per la Terapia subintensiva (anche a carattere multidisciplinare). Per le patologie complesse (traumi, cardiovascolari, ictus) saranno previste forme di consultazione, di trasferimento delle immagini e protocolli concordati di trasferimento dei pazienti presso il Centro di II livello. L’opera sarà realizzata in un sito di circa 12 ettari che ricade parzialmente nei territori di Maglie e Melpignano.

Fonte: La Gazzetta di Lecce

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.