TECLA tra i 17 progetti selezionati per il COP26 Built Environment Virtual Pavilion

Pubblicato
07 Oct 2021

Lettura
3 min


L’U.K. Green Building Council esporrà i progetti per la Conferenza delle Nazioni Unite sul Clima COP26 a Glasgow, Scozia.

Quello che segue è un comunicato stampa dell’U.K. Green Building Council che nomina 17 progetti provenienti da tutto il mondo come parte del Padiglione Virtuale del COP26. Uno dei progetti presenti nel padiglione è il prototipo TECLA, progetto di MC A – Mario Cucinella Architects e WASP.

A seguito di una Open Call internazionale, 17 progetti esemplari dal punto di vista della sostenibilità sono stati selezionati per essere presenti in Build Better Now, una mostra online di realtà virtuale (VR) che dimostra le opportunità per affrontare l’emergenza climatica e limitare l’impatto ambientale degli edifici e delle città che abitiamo. Build Better Now fungerà da appello globale all’azione per il clima ed è sostenuto da una coalizione di oltre 100 organizzazioni partner dell’industria dell’ambiente costruito.

L’ambiente costruito ha un ruolo centrale da svolgere nel sostenere la transizione del mondo verso un’economia a zero emissioni di carbonio. A livello globale, gli edifici consumano oltre un terzo dell’energia prodotta e sono responsabili del 40% delle emissioni globali di carbonio legate all’energia. […] La Conferenza sul clima dell’ONU COP26 avrà una giornata dedicata al settore. Il cambiamento climatico non è mai stato così importante nell’agenda pubblica globale e Build Better Now è stato curato per dare al settore una voce forte all’interno di questo evento di importanza internazionale. […]

Build Better Now ospiterà una serie di eventi che comprendono un programma di conferenze, tavole rotonde e altri contenuti scaricabili, per educare e ispirare l’industria dell’ambiente costruito e il pubblico ad agire ora per identificare e fornire soluzioni climatiche su scala.

A seguito dell’Open Call, lanciato nel giugno 2021, è stato intrapreso un processo di selezione rigoroso e trasparente per trovare progetti per la mostra. Una giuria composta da leader del settore provenienti da tutto il mondo, con una visione della complessità dei problemi di sostenibilità dell’ambiente costruito a livello regionale e locale, ha selezionato progetti che stanno avendo un impatto positivo immediato sul pianeta e sulla vita delle persone. Questi progetti sono sia scalabili che replicabili – dando il potenziale per fornire impatti di vasta portata. Esplorando temi come l’uso delle risorse naturali, la mitigazione e l’adattamento al clima e la natura e la biodiversità, Build Better Now presenterà alcune delle soluzioni più innovative provenienti da tutto il mondo. […]

Ph: Iago Corazza

I progetti pionieristici includono un centro culturale in Svezia che sarà uno degli edifici in legno più alti del mondo; il più grande edificio Passivhaus certificato nell’emisfero meridionale in Australia; un distretto di innovazione di 100 ettari in Italia mappato digitalmente e alimentato da fonti di energia rinnovabile al 100%; e il più grande edificio per uffici di nuova costruzione ad energia positiva in Norvegia, che fornisce energia rinnovabile in eccesso agli edifici vicini, oltre ad alimentare gli autobus elettrici.

Gli edifici costruiti con materiali naturali locali vanno da un edificio universitario del Regno Unito che utilizza paglia e canne; una scuola in Indonesia costruita con bambù e le prime case sostenibili stampate in 3D fatte interamente di argilla grezza – bilanciando perfettamente le tecniche di costruzione ultramoderne con materiali storici e tradizionali.

I progetti che proteggono e migliorano la natura includono un’iniziativa di eco-turismo guidata dal governo per ripristinare un parco nazionale in Ruanda e un progetto di rewilding ad alta tecnologia, ripristinando la foresta nativa e le torbiere e reintroducendo specie localmente estinte in 100 acri di terreno nelle Highlands scozzesi, che costituirà un modello per una simile rigenerazione della natura a livello globale.

Oltre alla ricerca finanziata dal governo sul retrofit delle iconiche ma difficili da riscaldare case popolari scozzesi, la mostra presenta una favela in Brasile e soluzioni abitative sostenibili a prezzi accessibili nel Regno Unito, Nuova Zelanda e Pakistan. Sono inclusi anche un concetto di ponte adattabile in legno lamellare trasversale progettato per un’economia circolare, così come un’iniziativa per sviluppare un edificio di mercato sostenibile in legno di massa in Africa orientale.

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.