Vogliamo dire ai giovani che teniamo al loro futuro

Pubblicato
27 May 2020

Lettura
2 min


L’architetto Mario Cucinella e il sindaco di San Lazzaro di Savena, Bologna, Isabella Conti hanno illustrato in una diretta Facebook il nuovo progetto firmato Mario Cucinella Architetcs: Campus Kid. I primi alunni entreranno nel nuovo polo scolastico nel settembre 2022.

Di Zoe Pederzini

Istruzione e architettura d’avanguardia si fondono nel venturo progetto sanlazzarese del Campus Kid, che unisce una nuova struttura scolastica, l’ampia area verde circostante e gli impianti sportivi cittadini, raggiungibili, sempre di più, con una mobilità dolce. Ne hanno parlato, ieri pomeriggio, il sindaco Isabella Conti e l’architetto Mario Cucinella, in una diretta Facebook.

Il polo scolastico e sportivo Campus Kid, i cui lavori, progettati dallo studio Cucinella, inizieranno in estate, sorgerà in un’area in cui si trovava il vecchio corpo delle Jussi e, stando ai piani, a settembre 2022 dovrebbero accedervi per primi i ragazzi del polo elementare. Al Campus Kid troverà spazio il nuovo polo scolastico Jussi-Donini. La nuova edilizia, un quadrante nel cuore del paese, di aggregazione e scolastica, antisismica e con caratteristiche innovative, apparirà come un vero e proprio campus angloamericana, con spazi verdi per gli studenti, aule laboratorio dove condividere idee, impianti sportivi e luoghi di aggregazione, quale l’auditorium utilizzabile anche per eventi socio-culturali. Questo intervento straordinario dal valore di 7,5 milioni di euro è stato finanziato per 3 milioni dalla Regione, per 3 milioni dallo Stato. Il progetto prevede uno spazio aperto alla comunità e in armonia con il parco urbano. L’edificio della scuola vuole dare vita a un complesso unitario attraverso un’architettura che tiene insieme il nuovo edificio e l’esistente.

[…] “Quando costruiamo un edificio non creiamo solo qualcosa, ma rappresentiamo le ambizioni di una comunità. Costruendo uno spazio, un luogo nuovo per i ragazzi, facciamo capire loro che li sosteniamo e che appoggiamo il loro futuro“. Poi, dopo una serie di slide in cui sono state mostrate le linee guida e i punti cardine del progetto, Cucinella ha aggiunto: “In una condizione ambientale idonea, basata sull’energia rinnovabile, dove gli spazi si uniscono a ventilazione, luce e colore i giovani sono più predisposti a imparare. Questo è alla base del progetto. La scuola deve creare coscienza e insegnare che cosa vuol dire sapere“.

Articolo completo pubblicato su

Guarda il video della diretta su Youtube

Notizie correlate

Tutte le nostre novità

Copyright 2022 MCA.