Nuovo collegamento terrestre dell’istmo con l’isola di Sant’Antioco

Nuovo collegamento terrestre dell’istmo con l’isola di Sant’Antioco

Ponte Sant Antioco

Ponte di Sant’Antioco

Il bando di gara prevede la realizzazione del nuovo collegamento terrestre dell’istmo con l’isola di Sant’Antioco e della Circonvallazione di Sant’Antioco con suddivisione dell’opera in due elementi funzionali: il ponte e la circonvallazione.

Nella proposta di progetto presentata gli elementi caratterizzanti sono i tracciati carrabile e ciclopedonale lungo tutta l’estensione dell’opera. Questi sono stati progettati con l’intento di presentare un elemento architettonico che nella sua estensione lineare risultasse di minima complessità e impatto visivo. Si è lavorato con un involucro monocromatico e dalla sezione semplice e continua che ha permesso l’integrazione di tutti gli elementi strutturali e di protezione in una morfologia a guscio.

E’ così che la lamiera di rivestimento del cassone, seguendo una curvatura uniforme, prende la forma di parapetto nell’utilizzo della lamiera forata stirata. L’elemento parapetto rappresenta l’unica porzione variabile della sezione lungo l’estensione del tracciato. Oltre a rappresentare una qualità dal punto di vista strutturale e di integrazione territoriale, la proposta progettuale di involucro a guscio presenta una sostanziale miglioria sotto il profilo manutentivo, minimizzando il deposito dei residui da piogge e quindi il deterioramento.

Luogo: Sant’Antioco (SU)

Anno: 2017

Cliente: Ghella S.p.A., CMB

Team di progetto: Mario Cucinella, Michele Olivieri, Giovanni Sanna, Francesco Visco, Stefano Bastia; Modelli: Yuri Costantini, Andrea Genovesi

Strutture e Impianti: SWS Engineering

Visual: Engram Studio

Photo credit: MCArchive

Condividi