WSE - WorkShop Ricostruzione Emilia



IL FONDO DI SOLIDARIETÀ -L’accordo nazionale

Il 30 maggio 2012 il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi e i Segretari generali CGIL Susanna Camusso, CISL Raffaele Bonanni e UIL Luigi Angeletti hanno attivato un Fondo di solidarietà per le popolazioni, i lavoratori e i sistemi produttivi colpiti dal sisma del 22 e 29 maggio, al quale ha aderito successivamente Confservizi.


L’operatività del Fondo Le Organizzazioni imprenditoriali e sindacali dell’Emilia‐Romagna e di Mantova hanno ricevuto l’incarico operativo, in qualità di rappresentanti sul territorio delle rispettive organizzazioni nazionali, della gestione del Fondo e di tutte le attività ad esso connesse.

In questi mesi il Gruppo di lavoro a ciò dedicato – costituito da Mario Agnoli, Mauro Redolfini, Graziano Cremonini, Vincenzo Colla, Giorgio Graziani, Gianfranco Martelli – ha condiviso metodologia, caratteristiche e contenuti principali delle opere da realizzare con le risorse del Fondo.

Obiettivo del Fondo è realizzare un progetto avanzato e di qualità, per valorizzare la straordinaria risposta dei lavoratori e delle imprese a questa iniziativa. La qualità del progetto si declina a più livelli: qualità architettonica e tecnologica, con particolare attenzione ai principi della sostenibilità e dell’efficienza energetica; qualità funzionale, per rispondere in modo efficace e completo ai bisogni intercettati; qualità sociale, poiché intende contribuire all’aggregazione, al miglioramento della vita collettiva e del tessuto connettivo della società.

I Progetti del Workshop Ricostruzione

Workshop Ricostruzione

Arianna Balboni, Mirco Bianchini, Francesco Galli, Valentino Gareri, Federico La Piccirella, Clelia Zappalà

Hanno collaborato di MCA

Marco Dell’Agli (coordinamento), Martina Bucciti, Giuliana Maggio, Pietro Marziali, Alberto Menozzi